L’UTILITY MANAGER

ASSIUM – Associazione Italiana Utility Manager

L’Utility Manager è la figura per eccellenza nel settore delle utilities, un esperto di telefonia e di energia, un professionista attento alle tematiche dell’ambiente, in grado di tutelare le esigenze del cittadino e delle aziende con professionalità e trasparenza. L’Utility Manager per i propri clienti ha la capacità di gestire in modo efficace la relazione tra i provider fornitori di gas, luce, internet e telefono: un punto di congiunzione determinante per la società moderna, sempre più interconnessa e sempre più bisognosa di servizi di qualità.
 

LA STORIA

L’Utility Manager nasce in Italia nel 2019 grazie ad un gruppo di professionisti che, spinti da uno spirito etico e rivoluzionario, hanno creduto fortemente nella necessità di disciplinare il settore delle telecomunicazioni e dell’energia creando una figura di riferimento. L’UNI, l’ente di normazione italiano, ha accettato la proposta di normazione sottolineando l’assoluta importanza ed impatto che questa figura professionale potrebbe generale a livello nazionale. E’ durato un anno, tutto il 2019, il lavoro di studio e scrittura della norma e il 2020 è l’anno dell’introduzione sul mercato, con il via ai corsi di formazione e agli esami di certificazione volontaria per tutti coloro che vogliono distinguersi in questi settori.
Da tanti anni ormai questi settori in Italia godono di una reputazione bassissima.
Tutto ciò purtroppo è dovuto al fatto che molto spesso vengono proposti ai clienti contratti non adeguati alle loro reali esigenze.
L’Utility Manager nasce come l’inevitabile e urgente conseguenza di una profonda trasformazione: ripensare tutto il modello mettendo al centro l’interesse del consumatore e la sua necessità di sapere di pagare il giusto per ciò di cui necessita.
Per un cliente finalmente significa avere la certezza di affidarsi ad un professionista che ha investito tempo e denaro nella propria formazione, sia teorica che pratica, e che quindi voglia fare questo lavoro con la massima serietà ed etica focalizzando il suo profitto non nell’immediato ma calcolato in rapporto alla durata della relazione con il cliente.

assium

OBIETTIVI DELL’UTILITY MANAGER

L’obiettivo principale degli Utility Manager è creare una relazione stabile e duratura col cliente, trasmettere fiducia. Questa fiducia non sarà immediata e non dovrà essere data per scontata. Il professionista supera l’ostacolo della diffidenza e si guadagna la stima dopo essersi impegnato da un lato a generare valore, ottimizzando i costi e i processi operativi del cliente, e dall’altro costruire e rafforzare il rapporto umano che secondo noi è alla base di ogni trattativa commerciale. Secondo il rapporto Trust Barometer 2020 la fiducia viene concessa su due pilastri:

  • La competenza, cioè la capacità di mantenere le promesse
  • Il comportamento etico, cioè l’attitudine a fare la cosa giusta
E, più nello specifico, le persone hanno 3 volte più probabilità di fidarsi di qualcuno per la sua etica che per la sua competenza. Dunque la battaglia per la fiducia sarà combattuta nel campo del comportamento: non più solo su ciò che fai ma anche su come lo fai.