Arriva la eSIM di Vodafone

ARRIVA LA eSIM di VODAFONE

Dopo TIM e Windtre, mancava soltanto Vodafone, e finalmente l’annuncio è arrivato: dal 12 Aprile presso i negozi “fisici” dei rivenditori Vodafone è possibile attivare un’offerta (ricaricabile o abbonamento) tramite acquisto di una eSIM. Per i clienti che hanno già un’offerta attiva su SIM tradizionale sarà altresì possibile richiedere la sostituzione con eSIM.

eSIM: quali sono differenze e vantaggi?

La caratteristica più importante che distingue la eSIM da una SIM “tradizionale”, è quella di essere  “riscrivibile”, ovvero le informazioni in essa contenute che consentono l’utilizzo del dispositivo sulla rete di un operatore,  ad esempio il numero identificativo e il profilo tariffario, possono essere variate permettendo quindi all’utente finale di selezionare l’operatore telefonico e il profilo desiderato senza necessità di sostituire fisicamente la scheda SIM. In particolare, questo aspetto può rivelarsi particolarmente vantaggioso in termini di praticità e di risparmio in caso di trasferte all’estero: il viaggiatore può infatti acquistare agilmente via web e caricare sulla propria eSIM i profili di operatori locali, da utilizzare ad esempio per la navigazione sul web riducendo così notevolmente la spesa per il traffico in roaming. La maggioranza dei telefoni cellulari che supportanto l’eSIM infatti consente sia il caricamento di più profili sulla stessa eSIM, sia la modalità “Dual SIM”, ovvero è previsto sia l’alloggiamento e utilizzo di una SIM “tradizionale” (card di plastica) che della eSIM.

Questo ultimo aspetto inoltre rappresenta un vantaggio per l’evoluzione dell’HW dei dispositivi, consentendo di ridurre al minimo lo spazio necessario all’alloggiamento della SIM anche in caso di supporto della funzionalità “Dual SIM” .

Infine non è da trascurare un aspetto di interesse più generale: l’eliminazione del supporto in plastica delle SIM rappresenta un importante contributo nel raggiungimento degli obiettivi di riduzione dell’inquinamento. A titolo di esempio, secondo quando stimato da Vodafone l’utilizzo di eSIM comporterà per l’operatore più di 900 chili di plastica risparmiata all’anno.

Attivazione e utilizzo della eSIM

La modalità di attivazione di un profilo tariffario sullo smartphone tramite eSIM è identica per tutti gli operatori: viene rilasciato un QR Code che deve essere inquadrato dal dispositivo dotato di eSIM.

Vi sono però alcune differenze tra un’operatore e l’altro in merito alle modalità di acquisto e gestione.

Nel caso di TIM e WINDTRE per acquistare un profilo eSIM è necessario recarsi in un punto vendita, così come per Vodafone la quale però ha già annunciato che a breve sarà disponibile anche l’acquisto on-line; i profili VeryMobile al momento sono gli unici già acquistabili via web. D’altro lato con TIM e Vodafone il vantaggio è che uno stesso QR CODE può essere riutilizzato più volte e quindi, dopo aver provveduto a disattivarlo sul vecchio dispositivo è possibile caricato su un nuovo dispositivo (in caso ad esempio di acquisto di un nuovo modello). Sia con WINDTRE che con VeryMobile invece il QR Code scade dopo il primo utilizzo, e in caso di necessità di cambiare il telefono bisogna provvere a richiedere un nuovo QR Code (costo di 15 euro https://www.windtre.it/assistenza-servizi/cosa-sono-esim/).

Tutti i più recenti modelli dei principali produttori di telefoni cellulari sono dotati eSIM, ad ogni modo prima di acquistare una sottoscrizione su eSIM è opportuno accertarsi che il proprio dispositivo ne sia dotato.

Francesca Mazzoni, Capcost Srl

Commenta l'articolo