Arera – News dal settore energetico

Arera – News dal settore energetico

 

ARERA – Delibera 449/2020/R/eel – 10 novembre 2020 – Le Perdite di rete Triennio 2019-2021

 

ARERA con la delibera 449/2020/R/eel del 10 novembre 2020 comunica il perfezionamento della disciplina delle perdite di rete per il triennio 2019-2021 e revisiona i fattori percentuali convenzionali di perdita da applicare ai prelievi in bassa tensione, di cui alla Tabella 4 del Testo Integrato Settlement.

La delibera, di 19 pagine, in breve, modifica:

  • Nel TIV, a decorrere dalla perequazione relativa all’anno 2019:
    • la formula del calcolo della perequazione ΔL;
    • la tabella 10 – Fattori percentuali applicati a fini perequativi per le perdite commerciali di energia elettrica sulle reti con obbligo di connessione di terzi,
    • sopprime la tabella 11;
    • modifica l’articolo 26 Riconoscimento delle perdite di rete imputabili a prelievi fraudolenti non recuperabili che si manifestano con entità eccezionale rispetto ai livelli riconosciuti convenzionalmente;
  • Nel TIS: La tabella 4 – Fattori percentuali di perdita di energia elettrica sulle reti con obbligo di connessione di terzi (con decorrenza 1° gennaio 2021) con questa modifica le perdite di rete per i punti di prelievo in BT (sia Altri Usi che domestici) passano dal 10,4% al 10,2%.

Il testo integrale della delibera lo potete trovare al seguente link https://www.arera.it/it/docs/20/449-20.htm

ARERA – Definizione di Micro, Piccola e Media Impresa

 

Fino ad oggi l’unica distinzione di tipologie di un’impresa era quella definita dal TIV per gli aventi diritto al “servizio di maggior tutela”, ma al fine di dare il via, all’epocale svolta del mercato elettrico nazionale, ovvero la chiusura del servizio di tutela, ARERA, ha incluso le definizioni comunitarie di Micro, Piccole e Medie Imprese al fine della regolazione del servizio di tutele graduali

La definizione di PMI distingue tre categorie di imprese: la micro, la piccola e la media impresa. Per il servizio a “tutele graduali” andremo a specificare la definizione di Micro e Piccole Imprese.

Al fine di individuare correttamente i clienti aventi diritto al servizio in questione è poi previsto il ricorso all’autocertificazione, sia con riferimento ai clienti che accedono al servizio a tutele graduali dalla maggior tutela, sia nel caso di nuove attivazioni del servizio successive (ad esempio in seguito a risoluzione contrattuale di un cliente servito nel mercato libero). (fonte ARERA 220/2020/R/eel)

Definizioni

Micro impresa:

  • ha meno di 10 dipendenti;
  • ha un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo fino a 2 milioni di euro.
  • titolari di punti di prelievo connessi in bassa tensione, tutti con un livello di potenza

contrattualmente impegnata fino a 15 kW.

 

Piccola impresa:

  • Numero di dipendenti fra 10 e 50;
  • ha un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo tra 2 e 10 milioni di euro.
  • titolare di punti di prelievo connessi in bassa tensione.

ARERA – Fine del servizio di tutela per le “piccole imprese“ e servizio a tutele graduali

 

A decorrere dal 1° gennaio 2021 termina il servizio di tutela, ma solo per le “piccole imprese”; mentre per i clienti domestici e le micro imprese (BT con potenza fino a 15kW) il servizio di Maggior Tutela continuerà fino a fine 2021.

Per agevolare il passaggio al mercato libero alle suddette imprese, ARERA ha introdotto il “servizio a tutele graduali” con lo scopo di garantire continuità nella fornitura e lasciare il tempo necessario per scegliere l’offerta, del mercato libero, più adatta alle esigenze dell’impresa.

Il servizio a “tutele graduali” prevede che nel periodo dal 1° gennaio 2021 al 30 giugno 2021, l’utenza delle imprese che non avranno ancora scelto il proprio fornitore del mercato libero, sarà assegnata al fornitore della maggiore tutela che già serve il cliente, con le condizioni contrattuali coincidenti con quelle delle offerte PLACET già esistenti.

Dal 1° luglio, il servizio a tutele graduali sarà erogato dagli esercenti selezionati attraverso specifiche procedure concorsuali.

 

Aumento esponenziale degli indici del mercato energetico

 

Il 2020, dal punto di vista del mercato energetico, è stato caratterizzato da forti riduzioni dei prezzi che, come sappiamo, sono dovute alle restrizioni sanitarie imposte per fronteggiare l’emergenza COVID-19. Nelle ultime settimane, però, il susseguirsi delle notizie sul calo della curva epidemiologica della seconda ondata e l’avvento dei vaccini, va di pari passo con l’aumento esponenziale dei prezzi del mercato energetico riportando i valori ai livelli pre-covid.

 

Ing. Mirco Gallus

Commenta l'articolo